Home > Senza categoria > …

9 Giugno 2006


Bevo per colorare coi profumi della vodka il grigiore della realtà.
Bevo per il piacere di stordirmi e non accusarmi.
Bevo per non essere me. O forse proprio per esserlo davvero.
Bevo per turbare gli equilibri instabili dei perbenisti.
Bevo per districarmi dai problemi che mi pone il cuore, le rare volte che si fa sentire.
Bevo per trasformare il sesso di plastica in una finta d’amore.
Bevo per far tacere il passato più doloroso.
Bevo per trovarmi non per cercarti.
Bevo per distruggermi perchè non importa se non ci sei.
Bevo per sentirmi perchè m’hai costretto a dimenticarmi.
Bevo per amarmi. Non per amare te.
Bevo per trovare quel pizzico d’amore che non sono riuscita a estirpare in me.
Bevo, per poter recitare questa recita infinita, divertendomi a mischiare le parti. Divertendomi a ferirmi, facendo finta d’essere qualcun altro.
Bevo per scappare. Perchè la fuga è l’unico modo che conosco per vivere. Ed è l’unica cosa che m’hai insegnato senza neppure saperlo. Troppo preso a rincorrere le tue paure. Grazie per esserti dimenticato di me. Di non aver trovato il tempo per conoscermi. Di avermi rubato l’amore, prima che sapessi usarlo.
Bevo, per non perdermi in un discorso illogico come questo.
Bevo, perchè è semplicemente la cosa che mi riesce di fare meglio.
Senza l’aiuto di nessuno. L’unica via che mi permette di essere felice di distruggermi e allo stesso tempo di trovare un’illusione di felicità…

I commenti sono chiusi.